CHI SONO

Io, Ulderico Annoni, menestrello e grafomane, ingordo lettore e concettoso erotomane, di spirito sagace e salace loquela, smagato flâneur della vita e consumato viveur delle ceneri, tombeur per inerzia, qui per ammannirvi la svuotata cornucopia della favola esaurita del mondo, perché la fiera non è finita non essendoci mai stata e, alla fine della fiera, non resta che l’epica apocrifa della fiera inventata e del suo epilogo che prosegue ovunque, pure qua.